Valutazione e azione didattica

Il momento della valutazione è strettamente connesso all’azione didattica. Il rapporto circolare che si determina tra il progettare, l’agire e il valutare conduce a considerare i tre momenti  inseparabili  e non disposti su una sequenza lineare. Alla fase rilevativa, caratterizzata dalla raccolta dei dati,  segue la fase dell’espressione del giudizio, nella quale i dati vengono interpretati.

Alla luce del D.Lgs 62/2017  e come indicato dalla nota MIUR prot. n. 1865/2017,  la valutazione:

– ha per oggetto il processo formativo, i risultati di apprendimento  e il comportamento delle alunne e degli alunni

– ha finalità formativa ed educativa

– concorre al miglioramento degli apprendimenti e al successo formativo

– documenta lo sviluppo dell’identità personale

– promuove l’autovalutazione in relazione all’acquisizione di conoscenze, abilità e competenze.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.